23
Apr

Cameretta Montessoriana, scaffalature e contenitori per i giochi

☆ Di Erika Franzoni ☆

Una casa montessoriana è una casa a misura di Bambino
Bentornato nel nostro appuntamento mensile in cui parliamo di Ambienti Montessoriani. 

Dopo averti parlato dei concetti fondamentali, del lettino e della libreria, tavolo e sedie, oggi ho deciso di parlarti di atri elementi molto importanti che non possono mancare in una cameretta montessoriana: Scaffalature e Contenitori per i giochi!

Abbiamo visto insieme, nei precedenti articoli del mio Blog che il Metodo Montessori, pone sempre al centro di tutto il bambino, incoraggiandolo nella sua indipendenza, favorendo la sua libertà di scelta del percorso educativo e sostenendo la naturale evoluzione nel pieno rispetto dei suoi tempi per quanto riguarda lo sviluppo fisico, cognitivo, psicologico e sociale.

In questo articolo, ti illustro dunque, come applicare questi principi per scegliere consapevolmente scaffalature e contenitore per riporre i giochi da inserire nella cameretta per il tuo bambino

E’ fondamentale creare un ambiente adeguato a stimolare il tuo bambino all’ autonomia, quindi dovrai fornirgli gli elementi corretti perché possa essere libero di crescere.

Contenitori e scaffali dovranno essere di buona qualità, colori e materiali naturali ponendo grande attenzione alla dimensione ed al peso.

L’ideale per il tuo bambino, è di poter utilizzare elementi componibili che possano essere in grado di cambiare e modificarsi per potersi adeguare alla crescita di tuo figlio.

Per esempio, all’inizio potrebbero essere sufficienti scaffali alti 30/40 centimetri da terra, crescendo sarà opportuno che gli scaffali possano modularsi duplicandosi sia in altezza che il larghezza.

Prediligi soluzioni semplici, pratiche ed economiche, rinvia l’acquisto di mobili durevoli e definitivi quando il bambino sarà più grande.

Contenitori e scaffali dovranno avere colori molto neutri e naturali, dovranno poter rimanere in evidenza gli oggetti e le cose con cui giocare o scoprire, tutto dovrà essere in ordine ed in armonia.

Ad ogni contenitore dovrà corrispondere una categoria di giocattoli, in questo modo il bambino sarà più stimolato a scegliere ed a mantenere l’ordine.

Ricorda di scegliere contenitori con diverse misure per poter contenere giochi di diverse misure

Un esempio pratico di suddivisione:
– Una contenitore per le costruzioni
– Un contenitore per le bambole
– Un contenitore per le macchinine
– Un contenitore per colori
– Un contenitore per i travestimenti

Caratteristiche di contenitori e scaffali:

  • Altezza adeguata all’altezza del bambino
  • Peso adeguato al bambino
  • Dimensione adeguata, non troppo ingombrante
  • Materiali naturali ed atossici
  • Colori neutri
  • Assenza di fronzoli 

Materiali: che sia di buona qualità in legno oppure in alternativa in materiale plastico

Colori: Color legno naturale oppure in colori neutri

Errori più comuni:

Prendere contenitori troppo ingombranti che i bambini non riescono a maneggiare una volta riempiti di giochi

Multicolor o decorate

I bambini devono concentrarsi e focalizzarsi sul gioco o lavoro che stanno svolgendo e non sulla fantasia e colorazione del contenitore, che può distrarre.

Non spaventarti dai colori neutri ti accorgerai presto che la cameretta del tuo bambino conterrà una serie infinita di colori. 

Niente fronzoli.

Per oggi è tutto, ci vediamo la prossima settimana con un nuovo articolo dedicato alla tua casa e ti ricordo che ogni terzo venerdì del mese ti aspetto per la rubrica specifica alla casa montessoriana.

Cosa devi sapere prima di realizzare la VERA Cameretta Montessoriana Erika Franzoni Interior Designer

Ti ringrazio per aver letto il mio articolo e ti ricordo che se desideri maggiori informazioni oppure raccontarmi il tuo pensiero puoi sempre contattarmi! 

Erika Franzoni
Interior Designer

P.S.
Se ti fa piacere puoi lasciare qui sotto il tuo commento.
Se ti fa piacere approfondire la questione scrivimi, sarò felice di parlarne con te.

P.P.S.
Per rimanere sempre aggiornato non dimenticarti di seguirci sui nostri canali social

Condividi l'Articolo