Intuizioni d'arredo

Bonus Mobili 2021 Spiegato Facile

☆ Di Erika Franzoni ☆


Le 8 cose che devi sapere per beneficiare del Bonus Mobili ed Elettrodomestici e le grandi novità del 2021
Oggi in questo articolo dedicato all’ Interior Design ti parlerò di tutto ciò che devi sapere del Bonus Mobili 2021, cos’è, a chi è destinato, cosa comprende, come ottenerlo e soprattutto a quanto ammonta!

Si rinnova anche per il 2021 il Bonus Mobili ed Elettrodomestici, ma rispetto agli scorsi anni c’è un’importante novità: l’innalzamento del tetto massimo di spesa! 

Il 2021 è stato definito l’anno dei bonus, direi che potrebbe essere un’ottima occasione per ristrutturare casa!

In questi articolo ti spiegherò passo a passo tutto ciò che devi sapere:

1 – Cos’è il bonus mobili?

Il Bonus Mobili 2021 consiste nella detrazione IRPEF del 50% delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici destinati ad arredare i tuoi immobili che hai deciso di ristrutturare.

Il principio fondamentale per accedere a queste agevolazioni è che il bonus mobili è subordinato ad una ristrutturazione edilizia

2 – Quali sono i lavori che rientrano nella ristrutturazione?

Manutenzione straordinaria: per esempio il rifacimento dei bagni, sostituzione degli infissi, rifacimento delle tramezzature interne

Ristrutturazione edilizia: per esempio modifiche strutturali e di forma, trasformazioni importanti, ampliamenti volumetrici ecc 

Restauro e risanamento conservativo: che invece in questo caso riguarda gli edifici di interesse storico-architettonico

Tutti quei lavori di Manutenzione ordinaria, come la tinteggiatura, la sostituzione dei sanitari o dei pavimenti non rientrano invece nella ristrutturazione.

Come anticipato prima senza ristrutturazione non si può accedere a questo bonus, quindi se non devi ristrutturare, se devi fare lavori di manutenzione ordinaria, se hai acquistato una nuova costruzione o l’hai acquistata al rustico, ancora da terminare, non potrai usufruire del bonus mobili.

3 – Come posso usufruire del Bonus Mobili 2021?

Per poter beneficiare di questa agevolazione è necessario che la data di inizio lavori sia antecedente a quella in cui sono state sostenute le spese di acquisto dei mobili. 

La data di avvio sarà indicata dalle comunicazioni richieste dalle norme edilizie, per esempio Cila, Scia o Dia oppure con autocertificazione se interessano l’edilizia libera compilando una dichiarazione sostitutiva di atto notorio.

Quindi è importante sapere che i mobili acquistati prima della dichiarazione di inizio lavori non potranno beneficiare del bonus e potranno beneficiare solo i mobili e gli elettrodomestici acquistati nel 2021.

Possono godere del bonus mobili ed elettrodomestici coloro che hanno aperto una pratica edilizia per realizzare interventi di ristrutturazione a partire dal 1° gennaio 2020

4 – Quali mobili o elettrodomestici posso comprare con il bonus mobili?

Il bonus mobili è usufruibile sia per acquistare mobili nuovi sia per acquistare i grandi elettrodomestici che devono essere minimo in classe A+, fatta eccezione per i forni che invece vengono accettati anche in classe A.

Alcuni esempi di mobili che rientrano in questo bonus sono le cucine, tavoli, sedie, divani, librerie, credenze, armadiature, letti, materassi, comodini e molto altro.

Per quanto riguarda gli elettrodomestici rientrano invece frigoriferi, forni, microonde, piani cottura, cappe, lavastoviglie, lavatrici, asciugatrici, stufette elettriche, radiatori elettrici, condizionatori, ventilatori apparecchi di illiminazione ecc

Attenzione che invece non rientrano nelle agevolazioni gli acquisti di porte, pavimenti, tende, tendaggi, oggettistica per la casa.

Sul sito web dell’agenzia delle entrate è riportato l’elenco di tutti i beni che rientrano

5 – Chi può richiedere il Bonus Mobili? 

Possono usufruire della detrazione i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti nel territorio dello stato italiano; praticamente possono usufruirne tutte le persone residenti in Italia con un lavoro.

È importante sapere che se una persona ha più unità immobiliari da ristrutturare, avrà diritto al Bonus Mobili 2021 anche per più di una volta! 

Invece nel caso in cui ci fossero dei comproprietari per la stessa unità immobiliare soggetta a ristrutturazione, il bonus verrà assegnato alla persona che avrà sostenuto la spesa, all’intestatario delle fatture (anche perchè le fatture possono avere un unico intestatario)

6 – A quanto ammonta il Bonus Mobili 2021?

La grande novità introdotta nel 2021 è che il bonus mobili oggi vale fino a 16.000 euro e non più 10.000 come negli anni passati

7 – Come si ottiene?

Per beneficiare della detrazione bisogna effettuare pagamenti idonei, trasmettere la comunicazione ENEA nel caso di acquisti di elettrodomestici ed inserire le spese sostenute nella dichiarazione dei rettiti.

Per accedere alle detrazioni è necessario eseguire pagamenti per i tuoi acquisti di mobili ed elettrodomestici con bonifico fiscale, carta di credito o con finanziamento ma attenzione che non è consentito pagare con assegni bancari o con contanti.

Nel caso di pagamento con finanziaria devi ricordarti di comunicargli che vuoi usufruire del bonus mobili 2021 perché la società che eroga il finanziamento a sua volta dovrà pagare il tuo fornitore con le stesse modalità che ti ho indicato prima.

Fondamentale dopo aver fatto gli acquisti è consegnare al tuo consulente che presenterà in sede di dichiarazione dei redditi l’attestazione del pagamento, la ricevuta del bonifico, e le fatture di acquisto dei beni, o gli scontrini fiscali a patto che siano i cosiddetti scontrini parlanti, quelli che contengono il codice fiscale di chi ha pagato i mobili o gli elettrodomestici.

8 – Come viene rimborsato la detrazione?

La detrazione fiscale viene riconosciuta sotto forma di rimborso fiscale IRPEF e viene rimborsata ripartita in dieci quote annuali fino ad un tetto massimo di spesa di 16.000.

Importante sapere che parlo di bonus mobili relativo ad abitazioni private, bonus condomini per esempio o altre agevolazioni invece richiedono altri parametri e caratteristiche.

P.S.

Un’altra grande novità è il Bonus Idrico 

Mille euro alle famiglie per razionalizzare l’uso dell’acqua con l’installazione di rubinetti, soffioni doccia, vasi sanitari e miscelatori. 
In questo caso i fondi sono limitati ed il bonus è utilizzabile solo dai i primi 20.000 che arrivano.

GUARDA IL VIDEO

In questo articolo ti ho svelato tutto ciò che c’è da sapere per il bonus mobili 2021

Ora ti chiedo di lasciarmi un commento qua sotto, mi farebbe molto piacere conoscere la tua opinione, cosa ne pensi di tutte queste agevolazioni? 

Ti ringrazio per aver letto il mio articolo, se desideri maggiori informazioni oppure approfondire contattami! 

Erika Franzoni
Interior Designer

P.S.
Se ti fa piacere approfondire la questione scrivimi, sarò felice di parlarne con te.

P.S.
Per rimanere sempre aggiornato non dimenticarti di seguirci sui nostri canali social.
Ricordati di condividere i nostri articoli

Condividi l'Articolo
Exit mobile version